Animals Sos

Associazione di volontariato

Sede: Via T. Molteni, 2/1 B - Genova

C.F. 95209300102

C.C.Postale: n° 104571372

VIENI A VISITARCI                          CHIAMACI                                   INVIACI UNA EMAIL

Via T. Molteni, 2/1 B                            Tel. 327 2323565                              Compila il form

16151 Genova                                      Fax 010 8602966

© 2020       Tutela dati    Cookies       Utilizzo del sito

Orso polare: 10 cose che non sai




Il re indiscusso dell’estremo Nord, l’orso polare (Ursus maritimus), è una delle specie più iconiche e al contempo più minacciate del nostro Pianeta.


L’IUCN (Unione internazionale per la conservazione della natura) ha inserito la specie nella Lista Rossa e considera l’orso polare come “vulnerabile”.

Ecco dieci curiosità sul grande predatore dei ghiacci, tanto maestoso e imponente, quanto bisognoso di tutele e protezione.



1 – L’orso polare non è bianco

Il suo manto è formato da peli cavi traslucidi che catturano i raggi solari e li convogliano verso la cute. I peli appaiono bianchi perché le cavità disperdono e riflettono la luce.


2 – È amante della pulizia

Gli orsi polari curano la propria igiene rotolandosi regolarmente nella neve.


3 – Sono ottimi nuotatori

Gli orsi polari trascorrono gran parte del loro tempo sulla banchisa polare ghiacciata, ma sono anche abilissimi nuotatori, come il loro nome scientifico indica.


4 – Dove vivono?

Secondo le recenti stime, la popolazione della specie sarebbe compresa tra i 22mila e i 31mila individui. La specie vive in tutta la regione artica: dal Polo Nord alle aree settentrionali di Alaska, Russia, Isole Svalbard, Groenlandia e Canada. Quest’ultimo è il Paese dove la concentrazione di orsi è maggiore: qui, infatti, ha casa il 60% della popolazione mondiale di orso polare.


5 – Non vanno il letargo

A differenza dei “cugini” bruni gli orsi polari non vanno in letargo. Durante l’inverno la superficie di ghiaccio, loro territorio di caccia, è più estesa e più spessa e, dunque, l’inverno è il periodo perfetto per cacciare.


6 – Massicci ma veloci

Sulla terraferma gli orsi polari possono raggiungere la velocità di 40 chilometri orari. Un record, se si pensa che un esemplare maschio adulto può misurare fino a 3 metri e pesare 700 chilogrammi.


7 – Quando nascono i cuccioli?

Tutti i cuccioli nascono tra il mese di novembre e i primi giorni di gennaio. I piccoli restano nella tana con la mamma fino all’inizio della primavera, senza mai uscire.


8 – Quanto vivono?

In natura, gli orsi polari vivono 25 anni. Il record spetta però a Debby, orso polare vissuto in cattività in Canada, che arrivò a spegnere 42 candeline.


9 – Dividono il cibo

Gli orsi hanno un modo tutto peculiare di comunicare: quando vedono un proprio simile consumare una preda appena cacciata, gli altri individui si avvicinano e gli toccano il naso: questo è modo per chiedere all’orso dominante di condividere il pasto.


10 – Sensi strabilianti

Gli orsi polari sono in grado di sentire l’odore di una preda nel raggio di un chilometro e mezzo sulla terra ferma e a ben un metro di profondità sotto la neve compatta.


Fonte: rivistanatura.com