Animals Sos

Associazione di volontariato

Sede: Via T. Molteni, 2/1 B - Genova

C.F. 95209300102

C.C.Postale: n° 104571372

VIENI A VISITARCI                          CHIAMACI                                   INVIACI UNA EMAIL

Via T. Molteni, 2/1 B                            Tel. 327 2323565                              Compila il form

16151 Genova                                      Fax 010 8602966

© 2020       Tutela dati    Cookies       Utilizzo del sito

Salvati dall'estinzione

Ecco dieci specie di volatili che sono sfuggiti all’estinzione


L'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) ha elaborato una lista di specie minacciate di estinzione. Ognuna delle 96.500 specie tra fauna e flora sino ad oggi analizzate, è stata inserita in una fascia di rischio (Estinta, Pericolo critico, Pericolo probabile, Minaccia di estinzione, Vulnerabile, Priva di rischio). Le specie a rischio di estinzione sono attualmente oltre 26.500, di cui il 14% sono volatili.

Grazie al lavoro degli ambientalisti, dieci specie di volatili dichiarati, sino ad alcuni anni fa, in pericolo grave di estinzione possono oggi tornare a sperare.



Ibis eremita

L'ibis-eremita, presente in Marocco, nel 1998 era sceso a 59 coppie a causa dei pesticidi e della caccia. Oggi di questo volatile si contano 147 coppie.




Colomba rosa

Nel 1990 i rappresentanti di questa specie, originaria di Maurizius, erano rimasti una decina. Dopo un decennio di lavoro da parte degli ambientalisti di BirdLife oggi il loro numero supera le 400 unità.


Ara blu

Originario del Brasile, l'Ara blu è stato una vittima del commercio di animali domestici. Dalla fine degli anni Settanta alla fine degli anni Ottanta, la popolazione di Ara era diminuita al punto che ne rimanevano circa una decina di esemplari. Oggi, la popolazione adulta è stimata tra le 350 e le 850 unità.



Gru americana


Nel 1941, vi erano meno di venti esemplari di Gru americana nel Nord America.

La gru americana, originaria dell'America del Nord, è stata cacciata nel 1800 e ha sofferto della perdita di habitat successivamente. Una stima del1941 del National Geographic indicava la presenza 16-20 unità.

Gli interventi di conservazione hanno contribuito ad aumentare il numero di gru americane ed oggi la popolazione di questa specie è stimata tra i 90 e i 250 esemplari.


Cigno trombettiere

Il cigno trombettiere è stato cacciato per il commercio delle penne e della carne, tanto da essere scomparso del tutto dagli Stati Uniti, mentre una stima degli anni Trenta indicava in Canada la presenza circa cento esemplari. Grazie agli interventi di protezione oggi i cigni trombettieri non presentano rischio di estinzione e la loro numero supera i 17mila esemplari.


Ibis del Giappone

Nel 1963, l’Ibis del Giappone, originario della Russia orientale, della Cina e del Giappone, era scomparso dalla Russia mentre il Giappone nel 1981 ne possedeva sei esemplari in cattività. Grazie agli sforzi degli ambientalisti oggi ve ne sono circa 330 esemplari, in crescita costante.



Turchesina

Originaria dell'Australia, la Turchesina ha perso il suo habitat naturale a causa dell’allevamento dei bovini e della conseguente scomparsa delle foreste trasformate in terreni da pascolo. È ricomparsa a partire dagli anni Trenta ed oggi la specie non è dichiarata a rischio di estinzione.



Aquila testabianca

Simbolo nazionale degli Stati Unite sin dal 1792, l'Aquila testabianca è stata vittima della caccia e dei pesticidi. Grazie alle leggi sulla restrizione dei pesticidi entrate in vigore negli anni Settanta, oggi il numero di queste aquile è cresciuto significativamente.



Priolo delle Azzorre

I pesticidi e la scomparsa dell'habitat ha diminuito notevolmente questa specie, originaria delle Isole Azzorre tanto da dichiararla in via di estinzione. Gli sforzi degli ambientalisti di BirdLife ne hanno fatto crescere il numero.



Pappagallo Corona gialla


Nativo delle foreste della Colombia, questa specie era stata considerata estinta, sino a quando un gruppo di ricercatori si è imbattuto in una colonia di circa un’ottantina di esemplari. Grazie ad interventi di protezione, questa specie è aumentata di numero ed è attualmente in crescita.


Fonte: www.anda.jor.br


Un consiglio:

Scegli layout differenti per la tua homepage e le pagine di categoria. Puoi cambiare il layout in qualsiasi momento, anche dopo aver pubblicato il blog.


Ecco come fare:

  1. Impostazioni > Categorie

  2. Clicca sui tre puntini

  3. Clicca su modifica