info@animals-sos.it        Tel. 327 2323565

image-414

ANIMALS SOS

 

Via T. Molteni, 2/1 B

16151 GENOVA

 

C.F. 95209300102

 

Tel.    327 2323565

info@animals-sos.it

Seguici

facebook
image-513

Animals SOS     NEWS

Laghi: poco ossigeno e molto cabonio

30-11-2021 23:00

Animals SOS

Ambiente,

Laghi: poco ossigeno e molto cabonio

La concentrazione di ossigeno disciolto negli ecosistemi acquatici influenza le emissioni di gas serra, la geochimica dei nutrienti e, in definitiva,

news-animals-sos.jpeg

La concentrazione di ossigeno disciolto negli ecosistemi acquatici influenza le emissioni di gas serra, la geochimica dei nutrienti e, in definitiva, tutta la salute del Pianeta. Lo studio “Widespread deoxygenation of temperate lakes”, pubblicato quest'anno su Nature da un team internazionale di ricercatori ha provato a capire lo stato di salute dell’ossigeno disciolto nei laghi scoprendo che “Dal 1980, i livelli di ossigeno nei laghi esaminati in tutta la zona temperata sono diminuiti del 5,5% in superficie e del 18,6% nelle acque profonde”.

 

I ricercatori hanno analizzato un totale di oltre 45.000 dati su ossigeno disciolto e temperatura raccolti dal 1941 in quasi 400 laghi di tutto il mondo della zona temperata, che si estende da 23 a 66 gradi di latitudine nord e sud. Per uno degli autori dello studio, Kevin Rose del Department of biological sciences del Rensselaer Polytechnic Institute (Rpi), “Tutta la vita complessa dipende dall’ossigeno. È il sistema di supporto per le reti trofiche acquatiche. E quando si inizia a perdere ossigeno, c’è il potenziale per perdere specie. I laghi stanno perdendo ossigeno 2,75 – 9,3 volte più velocemente degli oceani, un declino che avrà impatti su tutto l’ecosistema”.

Infatti, sebbene i laghi costituiscano solo il 3% circa della superficie delle terre emerse, contengono una concentrazione elevatissima della biodiversità del pianeta.

 

 

Il principale autore dello studio, Stephen  Jane, impegnato nel Rpi e all’Università di Uppsala, sottolinea che “I laghi sono indicatori o sentinelle di cambiamenti ambientali e potenziali minacce all’ambiente perché rispondono ai segnali provenienti dal territorio e dall’atmosfera circostante. Abbiamo scoperto che questi sistemi sproporzionatamente più ricchi di biodiversità stanno cambiando rapidamente, indicando la misura in cui i cambiamenti climatici in corso hanno già avuto un impatto sugli ecosistemi”. Sebbene le perdite diffuse di ossigeno disciolto nei laghi studiati siano legate ai cambiamenti climatici, il legame tra il riscaldamento del clima e il cambiamento dei livelli di ossigeno nelle acque dolci è determinato da diversi meccanismi che agiscono tra le acque superficiali e le acque profonde. La quantità di ossigeno che l’acqua può contenere, diminuisce con l’aumentare della temperatura. Questa è una relazione fisica nota e spiega la maggior parte del trend dell’ossigeno superficiale che vediamo. La deossigenazione delle acque superficiali è dovuta principalmente a un percorso diretto: “Dato che le temperature delle acque superficiali sono aumentate di 0,38 gradi centigradi per decennio – hanno spiegato i ricercatori – le concentrazioni di ossigeno disciolto nell’acqua superficiale sono diminuite di 0,11 milligrammi per litro per decennio”.

 

La perdita di ossigeno nelle acque più profonde, dove le temperature dell’acqua sono rimaste sostanzialmente stabili, segue un percorso più complesso molto probabilmente legato all’aumento delle temperature delle acque superficiali e a un periodo caldo più lungo ogni anno. “L'aumento della stratificazione rende più difficile e meno frequente la miscelazione o il rinnovo dell’ossigeno dall’atmosfera alle acque profonde e di conseguenza l’ossigeno disciolto nelle acque profonde diminuisce”. Per i ricercatori del Global Lake Ecological Observatory Network Le concentrazioni di ossigeno regolano molte altre caratteristiche della qualità dell’acqua. Quando i livelli di ossigeno diminuiscono, i batteri che prosperano in ambienti privi di ossigeno, come quelli che producono il potente gas serra metano, iniziano a proliferare. Questo fa pensare che i laghi rilascino maggiori quantità di metano nell’atmosfera a causa della perdita di ossigeno”.

 

Alcuni laghi, però, hanno sperimentato un aumento delle concentrazioni di ossigeno disciolto nonostante l’innalzamento delle temperature. Una buona notizia? No, perché lo studio evidenzia come “Questi laghi tendono ad essere i più inquinati per il deflusso di sostanze da bacini idrici agricoli e urbanizzati e hanno alte concentrazioni di clorofilla”. Queste condizioni “favoriscono la fioritura dei cianobatteri, la cui fotosintesi è nota per causare la sovrasaturazione dell’ossigeno disciolto nelle acque superficiali. L’aumento dell’ossigeno disciolto in quei tipi di laghi è potenzialmente un indicatore di un diffuso aumento delle fioriture algali, alcune delle quali producono tossine e sono dannose”. 

 

Intanto, già nel 2015, sempre i ricercatori newyorkesi del Rensselaer Polytechnic Institute, avevano messo in guardia il mondo scientifico anche sul delicato equilibrio che regola il ciclo globale del carbonio dei laghi, capaci di assorbire ed emettere carbonio. A differenza che in mare, il carbonio entra nei laghi come materia organica (foglie cadute o suolo) e percorre il suo ciclo nella catena alimentare, alimentando le piante e poi gli animali. Parte del carbonio si deposita sul fondo dei laghi e viene sepolto nei sedimenti, mentre parte viene rilasciato in atmosfera come anidride carbonica e metano. Come con tutti i processi biologici, le emissioni lacustri dipendono dalle temperature, per questo il costante innalzamento della colonnina di mercurio potrebbe non essere una bella notizia. Mentre le temperature globali aumentano ci si chiede come risponderanno gli ecosistemi lacustri che, se è vero che costituiscono solo il 3% delle terre emerse, stoccano nei loro fondali enormi quantità di carbonio.

 

Fonte: unimondo.org

Informazioni


Chi siamo

Cosa facciamo

Tutela dati

Cookye police

 

Blog


News

 

Come aiutarci


Donazione

Salvadanai

Volontariato

Raccolta alimenti

news

Guerra in Ucraina: un dramma anche per gli animali
Animali domestici,

Guerra in Ucraina: un dramma anche per gli animali

Animals SOS

02-04-2022 00:00

Da quando l’esercito russo ha iniziato l’invasione dell’Ucraina milioni di persone sono fuggite dal paese in cerca di protezione e assistenza....

La Dog Therapy nelle scuole
Animali domestici,

La Dog Therapy nelle scuole

Animals SOS

21-03-2022 23:00

E' sicuramente un progetto accolto con entusismo nelle scuole: con “Basta una Zampa I.A.A.” la Pet Therapy incontra i bambini delle scuole d’infanzia...

Possiamo usare farmaci generici
Animali domestici,

Possiamo usare farmaci generici

Animals SOS

03-03-2022 23:00

È un provvedimento che i possessori di animali domestici e le associazioni chiedevano da tempo. Il Decreto del ministero della Salute che...

Cosa fare se il gatto graffia i mobili?
Animali domestici,

Cosa fare se il gatto graffia i mobili?

Animals SOS

21-02-2022 23:00

Molti proprietari lamentano che il proprio felino di casa a volte si trasforma in una “belva indemoniata” e distrugge, con le...

Un cane quante parole comprende?
Animali domestici,

Un cane quante parole comprende?

Animals SOS

16-02-2022 23:00

Ogni proprietario di cane si sforza di capire il linguaggio del suo amico a quattro zampe.

Gli animali sono esseri senzienti
Animali domestici, Animali selvatici,

Gli animali sono esseri senzienti

Animals SOS

11-01-2022 12:41

Il presidente del Consiglio Mario Draghi, durante le repliche sulla fiducia al Senato, ha assunto l’impegno di inserire lo sviluppo sostenibile....

Due calamità da combattere
Animali domestici, guerra, ucraina, animali ucraina,

Due calamità da combattere

Animals SOS

04-01-2022 23:00

Da un lato cani tenuti alla catena in totale legalità, dall’altro animali vaganti, randagi o di proprietà, lasciati incustoditi...

Cinque curiosità sui gatti
Animali domestici,

Cinque curiosità sui gatti

Animals SOS

17-12-2021 23:00

I gatti non sono semplici animali domestici, ma compagni eccezionali di vita.

21 novembre: Giornata nazionale degli alberi
Ambiente,

21 novembre: Giornata nazionale degli alberi

Animals SOS

21-11-2021 09:47

Il 21 novembre si celebra la Giornata nazionale degli alberi, istituita nel 2013 con lo scopo di valorizzare il patrimonio arboreo del nostro Paese.

La resilienza può salvarci dai cambiamenti climatici
Ambiente,

La resilienza può salvarci dai cambiamenti climatici

Animals SOS

18-11-2021 09:09

Negli ultimi anni, i rischi legati ai cambiamenti climatici sono nettamente aumentati a causa di una serie di fattori tra cui l’estremizzazione...

Convivenza cane - gatto: istruzioni
Animali domestici,

Convivenza cane - gatto: istruzioni

Animals SOS

17-11-2021 15:16

Il detto Litigare come cane e gatto si riferisce alle caratteristiche etologiche completamente differenti delle due specie protagoniste.

Freddo: come aiutare gli animali domestici e quelli selvatici

Freddo: come aiutare gli animali domestici e quelli selvatici

Animals SOS

14-11-2021 23:00

Quando il termometro scende e le temperature si fanno più rigide, anche gli animali possono aver bisogno di un aiuto in più...

La crisi climatica minaccia il cibo
Ambiente,

La crisi climatica minaccia il cibo

Animals SOS

16-10-2021 00:00

Il 16 ottobre è la Giornata mondiale dell’alimentazione, che ricorda la nascita della FAO per combattere la fame nel mondo.

Il gatto, venerato dall'Islam e perseguitato dalla Chiesa
Animali domestici,

Il gatto, venerato dall'Islam e perseguitato dalla Chiesa

Animals SOS

23-09-2021 00:00

Secondo uno studio recente, i gatti vivono al fianco dell'uomo da circa 9mila anni. Questa data è state resa possibile analizzando i resti di felini.

Il ritiro dei ghiacciai
Ambiente,

Il ritiro dei ghiacciai

Animals SOS

13-09-2021 00:00

Nell’ultimo decennio i ghiacciai alpini hanno continuato a ritirarsi a grande velocità nell’ultimo decennio. Una conseguenza del cambiamento climatico.

Elefanti, delfini ed estinzioni

Elefanti, delfini ed estinzioni

Animals SOS

22-04-2021 08:00

L’aggiornamento della Lista Rossa dell’International Union for Conservation of Nature (Iucn) comprende 134.425 specie.

La Giornata del Gatto
Animali domestici,

La Giornata del Gatto

Animals SOS

17-02-2021 10:11

E chi lo dice che il numero 17, così come il gatto nero, portano sfortuna? È il caso del 17 febbraio, la giornata del Gatto.

Regalare un cane o un gatto a Natale: le regole
Animali domestici,

Regalare un cane o un gatto a Natale: le regole

Animals SOS

09-12-2020 23:00

In questo Natale 2020 forse non ci saranno problematiche di assembramenti in casa e quindi i nostri animali domestici potranno sentirsi meno traumatizzati.

Lockdown: come gestire gli animali domestici
Animali domestici,

Lockdown: come gestire gli animali domestici

Animals SOS

10-11-2020 08:19

Come regolarsi con la passeggiata del cane. A dare una risposta alle perplessità della gente ci ha pensato l’Organizzazione internazionale....

Ciotole per cani e gatti: come scegliere
Animali domestici,

Ciotole per cani e gatti: come scegliere

Animals SOS

12-10-2020 21:00

Come scegliere le ciotole per cani e gatti? Spesso e volentieri quando selezioniamo questo tipo di accessorio per i nostri amici animali ....
image-255

Sostienici!


Il tuo aiuto è vita

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder