info@animals-sos.it   Tel. 327 2323565

image-414
image-513
facebookclippedrev2
iconafbclippedrev11

Pellicce e Abbigliamento

Via T. Molteni, 2/1 B - 16151 GENOVA

C.F. 95209300102

Tel. +39 327 2323565

info@animals-sos.it

pellami

SITEMAP

 

HOME

 

CHI SIAMO

cosa facciamo

tutela dati

 

RIEMPI LA CIOTOLA

donazione

volontariato

 

DIRITTI

 

CONTATTACI

 

NEWS

Informativa privacy

Informativa cookie policy

Anche l’industria dell’abbigliamento impiega animali. Quelli più utilizzati sono gli animali per uso alimentare (mucche, capre, conigli, pecore, oche) da cui si ricava cuoio, pelli, lana e piume utilizzate come sottoprodotti per molti prodotti (indumenti, scarpe, borse, guanti, tappeti, cinture, agende...) mentre il rimanente è composto da animali allevati unicamente per la confezione di pellicce, tra cui visoni, ermellini, volpi, scoiattoli e piccoli roditori. Altri animali da cui si ricava la pelle sono i canguri (l’Italia è uno dei massimi importatori), i coccodrilli, i camosci, i serpenti
Dalle pecore, oltre alla carne e al latte, si utilizza la lana, il principale motivo per cui vengono allevate, mentre dalle piume delle oche si ricavano coperte e giacche a vento.

Anche negli allevamenti di animali da pelliccia, come in quelli di allevamento alimentare, gli animali sono costretti in spazi, angusti e affollati, tanto che le privazioni e le sofferenze sono causa di comportamenti anomali, come aggressioni e cannibalismo.

 

Se fosse possibile vedere come vengono allevati gli animali da pelliccia, come vengono tosate le pecore o spiumate le oche, probabilmente vi sarebbe più attenzione negli acquisti. Ma queste industrie sono tenute lontane dalla vista delle persone. La conciature della pelle produce inoltre un elevato inquinamento.
Le alternative esistono: è possibile sostituire la pelle con materiali sintetici o vegetali, ecologici e a basso impatto ambientale.

 

In Europa alcuni Paesi (Olanda, Austria, Danimarca, Inghilterra, Scozia, Slovenia, Bosnia) hanno proibito  l’allevamento di animali per la produzione di pellicce o hanno imposto restrizioni alle industrie del settore mentre in Italia, sino ad ora, non vi è nessuna norma restrittiva.

Diffondi i problemi legati all’utilizzo di indumenti ricavati da prodotti di origine animale (pelli, piume, pellicce).

 

Scegli di non acquistare abiti o accessori in pelle o arredi realizzati in pelle. Esistono numerose alternative in tessuto sintetico.

 

Prima di comperare un prodotto, leggi l’etichetta: se hai dei dubbi o non viene indicato il tipo di prodotto utilizzato, non procedere con l'acquisto.

image-255
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder